USER ID
 
 
  PASSWORD
     
 
 
 
 
 
 
 
 
SOCI
LAVORAZIONE
AZIENDE
LAVORAZIONE

 
 
 
21/02/2019  
SUL SITO ECHA ALCUNI DETTAGLI SULLA PROPOSTA DI RESTRIZIONE PER 5 SALI DI COBALTO

-

In risposta a una richiesta della Commissione Europea, nell'ottobre 2018 l'ECHA ha presentato un fascicolo di restrizione relativo a cinque sali di cobalto.

I cinque sali di cobalto: solfato di cobalto, dicloruro di cobalto, dinitrato di cobalto, carbonato di cobalto e diacetato di cobalto, sono prodotti e ampiamente utilizzati per la produzione di sostanze chimiche, come catalizzatori, nelle batterie, nei materiali in campo alimentare e nel biogas. I sali vengono anche utilizzati per trattamenti superficiali e processi di fermentazione.

L'ECHA ha riscontrato che i rischi derivanti dalla fabbricazione e dall'uso dei sali di cobalto non sono adeguatamente controllati e suggerisce che ciò debba essere affrontato a livello comunitario. Questo va contro le conclusioni delle relazioni sulla sicurezza chimica dei registranti, in cui si presume che i valori di soglia e gli usi siano sicuri.

Essendo la misura più appropriata per affrontare i rischi identificati, l'ECHA propone di attuare un valore di esposizione di riferimento.

 

La proposta valuta i seguenti valori di riferimento:

 

• 10 μg di Co / m3;

• 1 μg di Co / m3;

• 0,1 μg di Co / m3; e

• 0,01 μg di Co / m3.

 

Nel dicembre 2018, il dossier ha superato un controllo di conformità e viene ora valutato dai comitati scientifici dell'ECHA. Il parere finale è previsto per la fine del 2019.

 

Il documento completo può essere letto qui.

 

 
© 2004 AIFM Galvanotecnica- Tutti i diritti riservati - All rights reserved
 
Home Back Top